Il servizio

Il nostro volontariato diventerà quindi l’attuazione pratica di quanto si è appreso e meditato nel corso della formazione spirituale ed acquisterà un significato ancora più profondo visto alla luce dell’insegnamento di Cristo, primo servitore del Padre e dei Suoi figli.

Con questo spirito si affronta il proprio impegno con gioia e con serenità: le fatiche, la stanchezza, i piccoli malumori che si possono creare diventano l’occasione per migliorare se stessi e per trarre grandi frutti spirituali dall’umanità e dallo spirito di fraternità con cui si effettua il proprio servizio.

Il principale compito affidato agli stagisti si svolge al self service del primo piano del Salus e consiste nel distribuire i pasti, mantenere pulito l’ambiente, servire al bar tra le due sale, lavare le stoviglie e le sale. Gli orari e l’impegno non sono leggeri, eppure i nostri volontari li affrontano con il sorriso e la gioia del dono di se stessi agli altri, nella consapevolezza di essere “servi inutili” e di perseguire il fine di dare il proprio contributo alla miglior riuscita di ogni pellegrinaggio.

E tanto basta per vivere in serenità e sentirsi ricompensati dei propri sforzi.

I commenti sono chiusi.